Opportunità del mercato degli NFT nel settore agrifoodtech

Che cos’è un NFT?

NFT è l’acronimo di non fungible token che in italiano significa letteralmente non copiabile, ossia qualcosa di unico che non può essere sostituito da altro.

Ad esempio una criptovaluta può essere scambiata con un’altra criptovaluta mentre un’opera d’arte è unica e quindi non fungible.

Un NFT è un contenuto digitale che rappresenta oggetti del mondo reale come opere d’arte, musica, giochi e collezioni di qualsiasi tipo.


Quali sono le potenzialità del mercato degli NFT?

Il mercato degli NFT si è principalmente sviluppato nel settore del fashion, in cui si è sviluppato a macchia d’olio grazie alla flessibilità ed alla grande customizzazione che vi si può applicare.

Oggi sempre più aziende stanno passando al mercato degli NFT; secondo le ultime analisi fornite da Pwc questo mercato potrebbe svillupare 175 triliardi di dollari entro il 2030.



Potenzialità nel mercato dell’agrifood Use case.1

La prima collezione di avatar NFT nel mondo del vino è di Maia Wine

Grazie alla collaborazione tra l’azienda di vino veronese e l’agenzia di comunicazione UNited STudio, sul sito OpenSea sarà disponibile una vera e propria collezione di pezzi unici e certificati ciascuno con un NFT, che garantirà all’acquirente l’autenticità, come se sopra ci fosse proprio la firma dell’autore. Un progetto di larghe vedute che ha come mission quella di portare nel metaverso il design e i valori del Made in Italy. Così Maia si inserisce nel movimento delle opere d’arte certificate con NFT, un trend che ha dato vita alla Crypto Art fenomeno attorno a cui si è raccolto un grandissimo interesse nell’ultimo anno, con opere e oggetti digitali venduti all’asta anche a centinaia di migliaia o milioni di euro.


Potenzialità nel mercato dell’agrifood Use case.2

Hennessy aderisce all’Aura Blockchain Consortium per tracciare e autenticare la supply chain del cognac

La volontà di spingersi ai confini della tecnologia per offrire una piattaforma blockchain che garantisca la piena tracciabilità e autenticità dei prodotti Luxury, dalla creazione alla distribuzione, si allinea con l'obiettivo di Hennessy di affermarsi non solo come cognac leader di mercato, ma come marchio di alcolici sicuro ed equo. Hennessy, il cognac francese più venduto al mondo e che cerca di diventare il marchio di alcolici più responsabile sul mercato, sarà integrato nella piattaforma dell’Aura Blockchain Consortium, associazione senza scopo di lucro con sede in Svizzera fondata dai brand del lusso LVMH, Prada Group, Cartier, parte di Richemont, e OTB Group sul prerequisito cruciale della tracciabilità che supporta e abilita l’innovazione, l’autenticità e pratiche commerciali socialmente responsabili e sostenibili lungo tutta la catena del valore all’interno del settore Luxury, sfruttando blockchain e altre tecnologie, oltre a fornire soluzioni sicure per oggetti da collezione digitali.


Potenzialità nel mercato dell’agrifood Use case.3

Il primo ristorante NFT al mondo

Nemmeno è stato inaugurato e già registra prenotazioni da sold out. In un locale di 900 metri quadri "in un'iconica posizione di New York City", secondo molti a Manhattan, il primo ristorante NFT al mondo si prepara ad aprire i battenti per il 2023 presentando al mondo un inedito concept di ristorazione. Sfruttando i cosiddetti non-fungible token, le criptomonete che nello spazio dell'intangibile eludono l'intercambiabilità producendo contenuti unici e irripetibili, il nuovo Flyfish Club abbraccia l'esclusività di un circolo privato attraverso una speciale iscrizione acquistabile sulla blockchain tramite NFT. Una volta comprato il gettone virtuale, infatti, l'ospite - unico proprietario che partecipa alla membership - può accedere ai servizi previsti dalla struttura, una serie di iniziative che dalle gioie culinarie arriva a vere e proprie esperienze culturali collettive.

Come si legge sul sito dedicato al progetto ci sono due tipi di membership: quella base, la FF, sarà disponibile per 2.650 soci a un costo di 2,5 ETH, mentre quella per l’omakase, la FFO, sarò solo per 385 persone disposte a pagare 4,25 ETH. L'aspetto interessante è che ciascuno degli abbonamenti sarà cedibile, anzi meglio vendibile, secondo un meccanismo di leasing che, addirittura come spiegano dall'azienda, renderà ciascun abbonamento una potenziale "strategia di reddito passivo".


Potenzialità nel mercato dell’agrifood Use case.4


Teo KayKay e il fondatore della piattaforma Instagram TopChampagne Andrea Silvello.

L’idea è quella di creare la prima collezione di champagne customizzati, abbinando a sei bottiglie l’NFT realizzato dall’artista, che ritrae la bottiglia fisica: ogni acquirente riceverà fisicamente la bottiglia e digitalmente la card associata. Ogni card (come ogni bottiglia) è un pezzo unico. “Oltre a customizzare la bottiglia, l’abbiamo anche digitalizzata, certificandone l’autenticità con la blockchain”, spiegano i fautori dell’iniziativa.

La Blockchain e il mondo degli NFT a servizio della filiera agroalimentare

Sono tantissime le aziende della filiera agroalimentare che hanno deciso di utilizzare la blockchan per il tracciamento della loro filiera produttiva e l’origine della materia prima, poche invece sono le applicazioni della tecnologia NFT in questo settore al momento.

La Blockchain e il mondo degli NFT a servizio della filiera agroalimentare

Sono tantissime le aziende della filiera agroalimentare che hanno deciso di utilizzare la blockchan per il tracciamento della loro filiera produttiva e l’origine della materia prima, poche invece sono le applicazioni della tecnologia NFT in questo settore al momento.


L’NFT nel modo dell’Agrifoodtech.1

Grazie al «digital twin» di un prodotto creato in blockchain è possibile aprire le porte ad un mercato ancora da costruire nel settore dell’agrifoodtech.

Un mercato in cui il prezzo è stabilito da ciò che il cliente finale percepisce o pensiamo possa percepire.


L’NFT nel modo dell’Agrifoodtech.2

  • Proprietà dell’NFT: il proprietario di un NFT è il possessore del gemello digitale di un oggetto fisico.

  • Vantaggi di proprietà: ad un NFT è possibile associare altri oggetti digitali e ulteriori diritti di proprietà che ne possono accrescere il valore finale.

La piattaforma di posti.1

  • Posti ha consolidato una piattaforma che permette alle aziende partner di creare degli NFT a seconda delle necessità del caso.

  • L’azienda può potenzialmente creare un NFT per ogni prodotto o per ogni lotto produttivo a seconda della scarsità produttiva.

  • È possibile attribuire un ulteriore diritto all’NFT che può accrescere il valore dello stesso oggetto digitale all’interno del mercato.



La piattaforma di posti.2


L’NFT una volta acquistato dal consumatore può essere utilizzato dall’utente finale in qualsiasi modo. Potrebbe riscattare il diritto associato in qualsiasi momento o rivenderlo a sua volta all’interno del mercato ad un prezzo maggiore o minore di quello per il quale l’ha acquistato.


Use case: Conciato di san Vittore.1

Una volta analizzata in dettaglio l’azienda e la filiera produttiva andiamo a costituire il patrimonio informativo che sarà tracciato in blockchain e messo a disposizione del consumatore finale mediante un NFT al quale in fase di sottoscrizione dei dati l’azienda potrà associare un diritto. Nel caso specifico un buono sconto del 10% su l’intera gamma di prodotti aziendali dell’azienda casearea.


Use case: Conciato di san Vittore.2

  • L’azienda potrà generare gli NFT mediante una piattaforma di inserimento dati.

  • La garanzia e tutela della paternità dei dati viene garantita mediante l’inserimento di una password al termine del processo di sottoscrizione dei dati stessi.

  • La password sarà costituita dalla chiave privata del wallet che viene fornita all’azienda nel momento di registrazione della propria utenza che servirà appunto a garantire e tutelare le informazioni sottoscritte e gli NFT generati.



Use case: Conciato di san Vittore.3

Ogni NFT sarà associato ad una landing page creata su misura per l’azienda in questione e viene posto sul peck del prodotto attraverso un Qrcode una tecnologia che permette di guidare l’utente attraverso lo storytelling della filiera produttiva.


Use case: Conciato di san Vittore.4

La stessa landing page permette al consumatore finale di essere guidato per riscattare la proprietà dell’NFT che è associato al prodotto che ha acquistato fidelizzandolo nei confronti del brand attraverso questa tecnologia innovativa


Use case: Conciato di san Vittore.5

Una volta premuto il tasto per poter riscattare l’NFT l’utente viene rimandato nella piattaforma di posti, nella quale una volta registratosi e creato il proprio wallet potrà riscattare il diritto associato alla proprietà dell’NFT stesso.


Use case: Conciato di san Vittore.6

L’utente per dimostrare di essere il proprietario dell’NFT dovrà far visualizzare e verificare il Qrcode dall’azienda che lo ha generato. una volta dimostra la proprietà potrà riscattare il diritto associato direttamente in store o tramite procedure on-line.


Use case: Conciato di san Vittore.7

L’azienda potrà confermare l’autencità dell’NFT verificando il certificato con l’inserimento della chiave pubblica e della chiave privata originate dalla creazione del proprio wallet.